lunedì 10 maggio 2010

SICUREZZA. a cura di ACR!

 MORATTI: “ESPULSIONE PER I CLANDESTINI CON ALTRI PROCEDIMENTI IN CORSO”


Milano, 10 maggio 2010 – “Il Comune di Milano per garantire una sempre maggior integrazione e coesione sociale tra i cittadini – ha dichiarato il Sindaco Letizia Moratti, intervenuta questa mattina all’Università Cattolica al convegno “Per un integrazione possibile”– ha attuato una politica sull’integrazione di chi rispetta la legge e sul rafforzamento della sicurezza. Le linee guida di intervento sono orientate alla solidarietà, all’accoglienza e all’integrazione nel rispetto della legalità e delle leggi, con una politica di cospicui investimenti nella scuola e nel sostegno alle associazioni che operano nel privato sociale, per creare azioni di sistema a sostegno del tessuto sociale, educativo ed economico che permettano l’integrazione a tutti gli stranieri regolari .
Sul piano della sicurezza – ha continuato il Sindaco - nel segno della collaborazione che Milano porta avanti con il Governo, abbiamo proposto una modifica delle norme sulla clandestinità, in modo da prevedere l'espulsione anche nei casi di clandestini con altri procedimenti in corso in Italia. Attualmente coloro che hanno procedimenti pendenti per altri reati, infatti, non possono essere espulsi, almeno fino alla conclusione del processo giudiziario. Chiediamo – ha concluso Letizia Moratti - di assorbire anche i reati predatori come scippi, furti e rapine, nelle norme sulla clandestinità, in modo che sia possibile l’espulsione immediata anche quando la persona clandestina deve rispondere alla giustizia italiana di altri reati”.

http://www.acraccademia.it/

Nessun commento:

L'angolo del lettore a cura di Costantino Francesco di acr-CRV

http://www.acraccademia.it/Il%20Bellagino%20pag%205.html